Il ruolo del padrone nell’educazione canina

di Eleonora Scapin

In un rapporto, come anche in quello tra cane e padrone, il mantenimento della pace e dell’equilibrio non è dato solo dal comportamento di uno dei due, ma di entrambi.

Nel caso del rapporto animale-padrone sempre più spesso il problema non è dato dal cane, ma anche dal padrone. Il buon padrone deve certo soddisfare quelli che sono le necessità del proprio animale (pappa, nanna e bisogni), ma il lavoro non si deve fermare lì.

Così come uomini non basta soddisfare questi bisogni primari, allo stesso modo anche il cane non potrà mai essere pienamente appagato. Questo perchè il cane da questo punto di vista è molto simile all’uomo e anche lui/lei deve avere degli interessi (gioco, caccia, ricerca).

Però tutto questo, bisogni e interessi, rischia di essere improduttivo se al tempo non ci sono regole. Così come l’essere umano ha delle regole per sé e per il vivere comune, anche quando deve accudire una vita, quella del proprio animale, deve essere in grado di mettere delle regole per sé, per il proprio animale.

E questo vale sia per quelle che si autoimpone, ma anche quelle che vengono imposte. Facciamo un esempio: se la legge dice che il cane deve essere tenuto sotto controllo e, in ambienti in cui ci sono altre persone, deve essere tenuto con collare o pettorina, guinzaglio e museruola addosso è necessario rispettarla. Tuttavia, si vedono padroni che lasciano liberi i propri cani, senza nessun mezzo di controllo, e nel momento in cui succede qualcosa, la risposta del padrone irresponsabile è: “non l’ha mai fatto”.

Ecco, è vero che come abbiamo detto all’inizio oltre ai bisogni strettamente primari dei nostri amici a quattro zampe ci sono sì delle esigenze ulteriori ed è compito di un buon padrone saperle rispettare. Non bisogna però dimenticare che noi e il nostro cane viviamo in un mondo con delle regole e che pertanto vanno rispettate. Questo a tutela sia delle altre persone che del nostro stesso animale, che solo in un contesto ordinato e dicplinato riuscirà davvero ad essere felice.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*